Kyenge: immigrate piu’ facilmente vittime di violenza, no a sessismo e razzismo

Kyenge

25 nov. – “La ‘Giornata mondiale contro la violenza sulle donne’ non e’ semplicemente un giorno per ricordare le vittime di abusi, ma un momento di riflessione che serva ad orientare l’attivita’ futura del Governo per far fronte ad un fenomeno drammaticamente attuale perche riguarda l’intera societa’, non soltanto coloro che ne sono vittime.
Bisogna sostenere le donne ad accrescere la propria autostima che e’ l’essenza vitale per riconoscere in primis la violenza psicologica”. Lo ha dichiarato la ministra per l’Integrazione Ce’cile Kyenge. “La fragilita’ sociale aumenta il pericolo per una donna di essere vittima di violenza: la dipendenza economica e psicologica nega ogni sorta di liberta’.

Indubbiamente – ha aggiunto la Kyenge – le donne immigrate, per la loro posizione giuridica, sono piu’ facilmente vittime di violenza e piu’ facilmente colpite da uomini violenti. Ritengo, quindi, necessario che all’intervento normativo adottato si affianchino programmi di integrazione, formazione e inserimento professionale delle donne, italiane e straniere. Piu’ potere, piu’ educazione, piu’ capacita’, piu’ autostima e piu’ inserimento sociale sono la corazza che difendera’ le donne”.
“Tutti noi – ha concluso la Ministra – dobbiamo essere coinvolti in un cammino comune di rigenerazione culturale: vecchi e nuovi cittadini insieme per cancellare violenza, sessismo e razzismo“.(AGI) .



   

 

 

1 Commento per “Kyenge: immigrate piu’ facilmente vittime di violenza, no a sessismo e razzismo”

  1. Ministra , cosa cavolo c’entra parlare del sessismo e del razzismo, se si parla di Giornata Mondiale Contro la Violenza sulle Donne?
    Cosa crede che solo le donne straniere subiscono abusi? La giornata mondiale contro le donne, e lei mette in mezzo il razzismo, ma cosa c’entra? Ogni manifestazione ogni intervista è buona per lei di far propaganda contro il razzismo, senza poi accorgersene (per svista non si sa) che fa la razzista nei confronti del popolo italiano

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -