Roma: barricate dei No Tav con fioriere di ghisa, sette agenti feriti

roman

21 nov – La protesta di piazza dei No Tav, sfociata in cariche e scontri, è stata capeggiata da un storico anarchico di Roma paraplegico. L’uomo si muoveva sulla sua carrozzina tra antagonisti e il cordone delle forze dell’ordine capeggiando i blitz e anteponendosi alle cariche. Non ha lasciato la sua postazione neanche durante gli scontri.

I manifestanti, che volevano partire in corteo, sono stati caricati dalle forze dell’ordine. la carica è avvenuta a via dei Giubbonari dove gli antagonisti hanno tentato di forzare il cordone dei poliziotti. Alcuni manifestanti, la maggior parte a volto coperto e con i caschi, ha cercato ripetutamente di forzare il “blocco” per far partire il corteo ma sono stati respinti. Sono stati lanciati petardi, bombe carta e bottiglie. Alcuni dei manifestanti lamentano di “essere stati feriti”.

Barricate per proteggere piazza Campo de’ Fiori ed impedire ai poliziotti di entrare. Le hanno erette i No Tav utilizzando pesanti fioriere di ghisa. “Qui la polizia non entra”, dicevano i manifestanti che sono stati fatti arretrare dalle forze dell’ordine.

Sono sette i feriti tra le forze dell’ordine durante gli scontri che si sono avuti a Campo de’ Fiori. Tra i feriti un poliziotto è stato colpito al volto da un sampietrino mentre un altro è stato colpito da una fioriera usata come “ariete”.

Tensioni davanti alla sede nazionale del Pd a Roma, con lancio di diversi petardi, tra polizia e i movimenti antagonisti, che hanno tentato di entrare nella sede, protestando contro il voto a favore della fiducia per il ministro Cancellieri. Circa 80 attivisti dei movimenti antagonisti hanno cercato di forzare un cordone delle forze dell’ordine in piazza delle Fratte, le quali hanno reagito con una carica di alleggerimento per disperderli. La situazione è poi tornata alla calma. La stretta via di S.Andrea delle Fratte, dove c’è la sede del Pd, è stata bloccata dai carabinieri nel momento del passaggio del corteo No Tav nelle vicinanze. Da un lato un blocco di carabinieri in tenuta antisommossa, all’altro capo della strada una camionetta per impedire il passaggio. Dai manifestanti sono stati lanciati petardi e fumogeni nei pressi dei carabinieri che stavano bloccando la strada. Tutti i portoni della sede del partito sono stati chiusi e attualmente una camionetta con un piccolo nucleo di carabinieri in assetto antisommossa blocca la strada dal lato di Largo del Nazareno.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -