Sardegna: 2300 sfollati. Olbia senza elettricità e telefono

sardegna20 nov. – E’ arrivata in nottata, al momento della conta, l’unica notizia positiva in una giornata terribile per la Sardegna, che da ieri piange i suoi 16 morti: il numero degli sfollati e’ sceso da 2.700 a 2300, perche’ 400 persone – come riferisce la Protezione Civile regionale – sono state rintracciate. Il bilancio delle vittime e’ dunque fermo a 16: 13 solo in Gallura, di cui 2 bambini, due nel Nuorese e uno in provincia di Oristano, mentre proseguono le ricerche del disperso nelle campagne fra Onani’ e Bitti. “Purtroppo disperiamo di poterlo ritrovare vivo”, fanno sapere dalla Prefettura di Nuoro. “Abbiamo pero’ l’ordine di continuare le ricerche finche’ non lo troveremo”.

Oggi si celebreranno i funerali delle vittime della Gallura. Intanto, la situazione resta molto difficile e confusa: a Olbia e nelle zone vicine manca ancora l’energia elettrica e non sono state ripristinate le linee telefoniche, dunque e’ molto difficile anche organizzare i soccorsi. In tanti, semplici cittadini colpiti da un disastro senza precedenti, assieme alle centinaia di volontari della Protezione Civile stanno continuando a scavare da soli per cercare di portare via l’acqua da strade e case, acqua che essendo mista a fango rende difficile persino muoversi. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -