Pregiudicato kosovaro 22enne tenta di investire un agente e fugge

pol19 nov. – Diventa sempre più rischioso, per le forze dell’ordine, monitorare il territorio. Nella tarda serata di ieri, per poco un agente di polizia non ci lasciava la pelle mentre controllava con alcuni colleghi un pubblico esercizio nel quartiere litoraneo di Lido di Fermo. Qui, una volta entrata la pattuglia del Settore Anticrimine del locale Commissariato, un ventiduenne kosovaro, A.G., ha subito mostrato chiari segni di nervosismo. Essendo lo straniero, peraltro appena scarcerato, conosciuto per i suoi precedenti nonché fortemente sospettato di essere attualmente dedito ai furti ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, i poliziotti hanno atteso che uscisse dal locale per fermarlo.

Il giovane balcanico, però, richiesto di fornire generalità si è fiondato nella propria autovettura ed è fuggito cercando di investire uno degli agenti. È riuscito solo a sfasciare il mezzo, abbandonato dopo neppure un chilometro per dileguarsi a piedi.
I poliziotti hanno trovato all interno dell auto un vano portaoggetti aperto frettolosamente e lasciato vuoto, il cui contenuto era forse stato alla base della fuga del sospettato.

In bella evidenza, invece, un *tablet*su cui risultavano alcuni autoscatti del kosovaro, in uno dei quali il giovane impugnava una pistola semiautomatica. A quel punto è scattata la caccia all’uomo, ritrovato all’alba nei pressi dell abitazione del fratello, nella confinante Porto sant’Elpidio. Il kosovaro, intercettato a bordo dell autovettura di un conoscente, ha tentato ancora una volta di sottrarsi ai controlli, ma questa volta, malgrado una violenta resistenza, ha dovuto capitolare ed è stato condotto nelle camere di sicurezza del commissariato in attesa del giudizio di convalida.

Le successive perquisizioni, tuttavia, pur consentendo di trovare la pistola di cui alle foto, risultata una semplice replica della pistola Beretta 92SB, non hanno chiarito il motivo della fuga di A.G.   al controllo durante la notte precedente, né perché abbia opposto una violenta resistenza agli agenti. Sono pertanto in corso ulteriori accertamenti. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -