Protesta anti-burqa, Pm chiede un mese di arresto per la Santanché

santanche218 nov – “Condannate Daniela Santanchè“. I pm di Milano spostano il mirino su Daniela. Un mese di arresto e una multa di 100 euro: è la richiesta di pena formulata dal pm nel processo in cui è imputata la Pitonessa per una protesta anti-burqa da lei promossa a Milano nel settembre 2009, alla cerimonia di chiusura del Ramadan, senza aver chiesto l’autorizzazione della questura.

Duemila euro di multa sono stati chiesti invece per Ahmed El Badry, l’egiziano imputato insieme con la Santanchè, accusato di lesioni di averla colpita allo sterno provocandole lesioni giudicati guaribili in venti giorni. I giudici però alla Santanchè hanno riconosciuto le attenuanti.

Le “attenuanti” –  Il pm ha sottolineato che “la Santanchè per il suo corretto comportamento processuale, anche perché si è fatta interrogare”, e perché incensurata. Poi ha spiegato che per il reato di manifestazione non autorizzata “non è previsto il dolo”, ma solo la colpa: quella della Santanchè sarebbe stata di non chiedere l’autorizzazione nelle modalità previste dalla legge.

Per quanto riguarda il suo aggressore, El Badry, il magistrato ritiene che vada punito con una multa senza la concessione delle generiche e nemmeno dell’attenuante della provocazione perché “ha colpito una persona, oltretutto di sesso femminile, che esprimeva opinioni”. La sentenza sarà pronunciata dal giudice monocratico dell’ottava sezione penale Elena Balzarotti il 2 dicembre prossimo. Insomma dopo la furia delle toghe sul Cav adesso tocca alla Santanchè.

liberoquotidiano

Condividi l'articolo

 



   

4 Commenti per “Protesta anti-burqa, Pm chiede un mese di arresto per la Santanché”

  1. E ti pareva, scusate ho fatto le scuole basse purtroppo sono nato appena la guerra e c’era una fame quindi da ragazzino si andava a lavorare e aiutare i genitori pensavo che il ricordo della miseria e della fame fossero spariti ma sto rivivendo quei tristi giorni, detto questo sti Giudici mi sanno spiegare se noi andiamo nei loro paesi possiamo vestire come vestiamo qui? le donne possono girare tranquillamente anche senza veli o mascherarsi? possiamo fare tutto quello che fanno loro qui in Italia senza essere puniti severamente come fanno nei loro paesi? e allora di che cavolo stiamo parlando, qui chiunque arriva in Italia fanno ciò che vogliono e hanno cominciato anche a dettare leggi vedasi cosa sta succedendo in Inghilterra, sicuramente qualche cosa non torna tutte queste associazioni che si scontrano per poter prendere gli immigrati pensare male si fa peccato ma più delle volte ci si azzecca, adesso mi sorge i dubbi su Berlusconi se per caso aveva ragione sui Giudici.

  2. Ditemi che stanno scherzando! Dov’è finita la libertà di pensiero ecc?

  3. Che Italia bella!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -