Strangolò un’amica, la cassazione gli dimezza la pena

cassaz16 nov – La pena per il killer di Vanessa Simonini, strangolata da un amico, era stata ridotta da 30 a 16 anni in Corte d’Appello di Firenze. La Cassazione ha confermato la sentenza, respingendo il ricorso della famiglia della ragazza di Gallicano (Lucca).

L’omicida, Simone Baroncini, la strangolò nella notte tra il 7 e l’8 dicembre 2009 dopo l’ennesimo rifiuto di Vanessa alle sue avance. “Questa è la giustizia italiana”, ha commentato la mamma della giovane.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -