Saccomanni: “Sull’Inps nessun allarme, solo un problema tecnico”

sacco16 nov – La lettera del presidente dell’Inps Antonio Mastrapasqua sui problemi patrimoniali dell’Inps riguarda una questione tecnica di cui si sta occupando il governo, e “non c’è nessun motivo di allarme”. Lo ha spiegato  il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni. “E’ un problema tecnico che stiamo valutando, ne abbiamo parlato anche l’altro giorno con Giovannini, ci sta lavorando la Ragioneria. Non c’è nessun motivo di allarme”, ha detto Saccomanni.

Intanto il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ha esortato il presidente dell’Inps Antonio Mastrapasqua a non dare soltanto allarmi sui conti dell’Istituto di previdenza ma a dare anche soluzioni su come risolvere evenuali problemi. “Oltre a lanciare allarmi, mi piacerebbe che Mastrapasqua ci dicesse cosa pensa di fare”, ha detto Camusso rivolgendosi a distanza a Mastrapasqua. Secondo Camusso la vicenda “non può diventare un alibi per aumentare l’insicurezza del problema previdenziale”.

Dall’esterno il disavanzo dell’Inps può dare “segnali di non totale tranquillità”, ha affermato il presidente dell’Inps, aggiungendo di aver scritto al ministro dell’Economia e e al ministro del Lavoro, per sensibilizzarli sul tema. “Ho scritto sia al ministro Saccomanni che al ministro Giovannini – ha detto Mastrapasqua – invitandoli a fare un’attenta riflessione su un punto, essendo ormai il bilancio dell’Inps un bilancio unico ed essendo il disavanzo patrimoniale ed economico una cosa che, vista dall’esterno, nel mondo della previdenza, può dare segnali di non totale tranquillità”.

Mastrapasqua ha ricordato che “la genesi di perdita dell’Inps” deriva “da uno squilibrio imputabile essenzialmente al deficit ex Inpdap, alla forte contrazione dei contributi per il blocco del turn over del pubblico impiego e al continuo aumento delle uscite per prestazioni istituzionali”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -