Bimba in affido a coppia gay. Arcigay: “Ora l’Italia è paese piu’ civile”

hay 15 nov. – Una bimba di tre anni data in affido temporaneo a una coppia gay: la decisione e’ del Tribunale dei minori di Bologna, presieduto da Giuseppe Spadaro. Sulla vicenda, che vede come protagonisti una bimba in una difficile situazione familiare e una coppia omosessuale di mezza eta’, stabile e con un buon reddito, la procura minorile aveva espresso parere negativo mentre la coppia affidataria e’ stata ritenuta affidabile dai servizi sociali.

Bologna: bimba di 3 anni data in affido a coppia di gay

ARCIGAY, SENTENZA TRIBUNALE BOLOGNA BEL SEGNALE PER FUTURO

“E’ una bellissima notizia, dire storica mi sembra un po’ esagerato, comunque aiuta l’Italia a essere un paese piu’ civile”. Cosi’ Flavio Romani, presidente nazionale Arcigay, commenta all’AGI la sentenza del tribunale minorile di Bologna.
“Il tribunale ha ritenuto che una coppia gay puo’ essere il luogo ideale per la crescita di un bambino”, prosegue Romani.
“Bisogna sottolineare che si tratta di un affido temporaneo che non recide il legame con la famiglia naturale. Ma questa decisione e’ un bel segnale per il futuro perche’ dice una cosa ben precisa: smentisce il principio che un minore non puo’ essere educato in maniera adeguata da una coppia gay o lesbica”. “E’ un pregiudizio – prosegue il presidente Arcigay – che non ha nessuna evidenza scientifica. Per questo va abbattuto. Del resto c’e’ una sentenza della Cassazione dello scorso gennaio che sancisce proprio questo”. .

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -