Filippine: Reporter sfida il tifone Haiyan e diventa eroe

 

tifone10 nov – E’ stato l’unico reporter a raccontare in diretta la devastazione portata dal supertifone Haiyan. E ora che le Filippine assistono impotenti all’impennata del bilancio delle vittime, per il suo coraggio il giornalista televisivo Atom Araullo è diventato una specie di eroe nazionale, l’incarnazione dello “spirito filippino” a cui si aggrappa il Paese di fronte alla catastrofe.

L’inviato della tv filippina ABS-CBN era proprio a Tacloban, la città dell’isola di Leyte che è stata distrutta dai venti a 315 km/h e soprattutto dalle onde alte fino a sei metri, causando un livello di distruzione simile a quello di uno tsunami. Le immagini di lui in azione venerdì mattina, mentre Haiyan (“Yolanda” nelle Filippine) flagellava la città, sono state viste già quasi un milione di volte su YouTube: Araullo – come il suo cameraman ancora senza nome – ha continuato a parlare in diretta sotto piogge torrenziali, riuscendo a malapena a rimanere in piedi sotto la potenza delle raffiche.

Sui social network, i filippini l’hanno soprannominato “l’uomo nella pioggia”, ricoprendolo di complimenti per il suo servizio. Se fino a pochi giorni fa il giovane reporter attirava l’attenzione delle spettatrici per la sua bella presenza, il coraggio dimostrato nel tifone l’ha trasformato in idolo. “Per me sei il Superman nel supertifone”, ha scritto una ragazza su Twitter, dove i follower di Araullo stanno salendo a ritmi di decine al minuto. “In prima linea per dovere e amore del tuo Paese. Stai facendo un lavoro così nobile, siamo orgogliosi di te Atom”, ha commentato un’altra ammiratrice. Intanto, altre foto di Araullo impegnato nei soccorsi ai superstiti, immerso nell’acqua che ha allagato le case rimaste in piedi, contribuiscono al suo mito. E ora che iniziano a intervistarlo anche tv straniere, la sua fama è diventata internazionale. ansa

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -