Pd. D’Alema a Napoli: «A Bassolino bisognerebbe chiedere scusa»

dalema_bassolino

NAPOLI, 9 nov –  «Sono molto lieto perché Bassolino al quale non ho mai fatto mancare la mia solidarietà è stato assolto dopo una campagna di criminalizzazione vergognosa, per la quale molti mezzi di informazione e uomini politici gli dovrebbero chiedere scusa, ma non lo faranno perchè non siamo in un Paese civile».

Lo ha detto Massimo D’Alema commentando a Napoli l’assoluzione dell’ex governatore della Campania nel processo sui rifiuti.

Video – Da Nord a Sud collusioni tra la ‘ndrangheta e il Pd

«Questa sentenza – spiega D’Alema – dimostra che trasformare i giudizi politici in fumosi atti accusatori non è cosa buona da parte della magistratura, fortunatamente siamo in un paese in cui si può avere fiducia nei giudici che hanno fatto piazza pulita delle teorie dei pm. Antonio e altri hanno sofferto per lunghi anni per una vicenda in cui non aveva responsabilità penali, poi sulle responsabilità politiche si può discutere, ma anche su quelle si è esagerato. Ho sempre pensato che serviva un giudizio più equilibrato sull’operato di Bassolino, guardando i suoi difetti ma anche quello che ha fatto per Napoli».

Condividi l'articolo

 



   

2 Commenti per “Pd. D’Alema a Napoli: «A Bassolino bisognerebbe chiedere scusa»”

  1. massimo manetti

    Ma D’Alema forse tenta di recuperare Bassolino alle antiche maggioranze tipo quella del 1989 per la svolta di Occhetto. Ma Bassolino si è schierato con Renzi ed è andato ad infoltire il numero dei vecchi che Renzi ha derottamato perchè dalla sua parte : Veltroni, Chiamparino, Fassino ed ora Bassolino il nuovo che avanza….

  2. Tra mafiosi non si mordono,bassolino e stato un sindaco della camorra lo provano i fatti.e quel delinquente di D’Alema lo difende pure,bisognerebbe portarlo nelle campagne del casertano farli inginocchiare e sparar gli due colpi di pistolo in testa.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -