Strage Lampedusa: L’aguzzino: “Se morite siamo contenti. Voi cristiani siete inferiori ai musulmani”

Condividi

 

lampe8 nov. – “Un giorno dopo averci bagnati con dei secchi d’acqua ed allagato il pavimento hanno preso dei fili elettrici e dopo averli appoggiati a terra ci hanno fatto prendere una scarica elettrica che e’ durata solo pochi secondi solo grazie al conseguente corto circuito della rete della casa, successivamente dopo che i nostri carcerieri avessero provveduto a riaccendere la luce gli stessi ci prendevano in giro e ridendo ci dicevano che se morivamo loro erano contenti perche’ noi eravamo solo dei cristiani, esseri inferiori a loro musulmani”.

E’ il racconto di un altro dei sopravvissuti del naufragio del 3 ottobre a Lampedusa, un uomo di 35 anni. Il verbale e’ agli atti del provvedimento di fermo per il miliziano somalo Elmi Mouhamud Muhidin, accusato di essere tra gli organizzatori della traversata. (AGI) .

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Strage Lampedusa: L’aguzzino: “Se morite siamo contenti. Voi cristiani siete inferiori ai musulmani””

  1. il miliziano somalo viene reim
    patriato dopo 150 nerbate… VERO???????

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -