Offese alla Kyenge. Chiesto giudizio immediato per Calderoli

calderoli_kyenge

6 nov – La Procura di Bergamo ha chiesto il giudizio immediato per Roberto Calderoli, accusandolo di diffamazione aggravata dall’odio e dalla discriminazione razziale nei confronti del ministro per l’Integrazione Cécile Kyenge.

«SEMBIANZE DA ORANGO» – Il 13 luglio, alla festa della Lega di Treviglio, il senatore aveva detto dal palco che «quando viene fuori la Kyenge resto secco. Io sono amante degli animali, però quando vedo uscire delle sembianze da orango, io resto ancora sconvolto».

GIUDIZIO IMMEDIATO- Dopo aver acquisito l’audio di quel comizio, registrato da un giornalista, i due sostituti procuratori di Bergamo Gianluigi Dettori e Maria Cristina Rota avevano iscritto Calderoli nel registro degli indagati. Ieri è stata firmata la richiesta di giudizio immediato, giustificata dall’evidenza della prova. Dal momento in cui riceverà l’atto della procura il giudice delle indagini preliminari avrà tempo cinque giorni per disporre il giudizio immediato oppure per rispedire il fascicolo all’accusa, suggerendo di procedere con l’ordinaria richiesta di rinvio a giudizio.



   

 

 

5 Commenti per “Offese alla Kyenge. Chiesto giudizio immediato per Calderoli”

  1. ?????????

  2. La Kyenge non ci faccia perdere tempo con questo finto razzismo che le aleggia attorno.
    Al suo paese di origine ci avrebbero gia’ rotto la testa con le regole loro.
    Agli Italiani chiunque puo’ urinare in testa…nessuno ci fa caso.
    Qui ci vogliono persone serie che non giochino con le favolette.
    La questione di fondo e’ semplice: come possono distrarre gli inebetiti cittadini se non fornendogli la giusta arena di turno, a seconda dei gusti
    pacchiani?

  3. Cazzarola come si corre….la giustizia in questo caso è celerissima…e poi ci sono dei casi ben peggiori per i quali devi aspettare anni per avere una cavolo di sentenza!!!!

  4. Visto che la Kyenge non é da meno quando lancia le sue elucubrazioni, a quando un giudizio immediato e riparatore nei suoi confronti?

  5. Caspita che rapidità!

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -