Somalia: i caccia del Kenya bombardano una base del movimento jihadista Shebaab

Al-shabaab

jihadisti Shebaab

1 nov. – I caccia del Kenya hanno bombardato e “reso inutilizzabile” una base del movimento jihadista Shebaab nel sud della Somalia, in cui fu addestrato il commando dell’assalto al Westgate di Nairobi. Lo ha riferito il ministero della Difesa kenyota. Era un campo di addestramento “utilizzato da al-Shebaab per formare i propri operativi, alcuni dei quali si sono infiltrati in Kenya”, si legge in una nota, in cui si precisa che “e’ li’ che furono addestrati” i terroristi che il 21 settembre assaltarono il centro commerciale della capitale keniana.

Nei tre giorni di assedio seguiti all’attacco rimasero uccise almeno 72 persone e altre 23 restano tuttora disperse. In seguito all'”offensiva su vasta scala dell’Aviazione”, prosegue il comunicato, e’ andata “completamente distrutta” la struttura, situata nei pressi del villaggio di Hurguun, nella regione di Bay, circa 300 chilometri a sud-ovest di Mogadiscio: eliminati in particolare quattro veicoli militari e un deposito di armi. Al momento del raid “nel campo erano presenti circa trecento reclute, gran parte delle quali si ritiene abbiano perso la vita, mentre molte altre hanno riportato lesioni”.

Il blitz, si precisa, e’ stato condotto nell’ambito delle operazioni dell’Amisom, la Missione dell’Unione Africana che ha proprio l’obiettivo di debellare al-Shebaab, punta di lancia di al-Qaeda nel Corno d’Africa, e di restituire al governo centrale somalo il controllo dell’intero territorio nazionale. “Operazioni che in avvenire saranno ripetute e manterranno la stessa natura, nel contesto di un rinnovato impegno dell’Amisom per stabilizzare la Somalia”, si avverte. Questa, nello specifico, “costituisce la continuazione dell’attacco a Gelib”, capoluogo della regione del Medio Giuba, lungo la strada che collega Chisimaio a Mogadiscio: il riferimento e’ al raid di lunedi’ scorso da parte di un drone, con ogni probabilita’ americano, in cui sono stati eliminati due comandanti del gruppo qaedista, Ibrahim Abdullahi Adi meglio noto come Anta Anta e Abdi Fatah. (AGI) .

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -