Paghe minime e condizioni da schiavi, il modello cinese sbarca in Europa

cina28 ott.- Nuovo caso di sfruttamento alla Foxconn, ma questa volta nel cuore dell’Europa, in Repubblica ceca. Nel mirino, l’impianto di Pardubice dove, secondo diversi media tedeschi, l’appaltatrice taiwanese che assembla prodotti per Apple e HP avrebbe ristabilito le stesse, durissime condizioni di lavoro che caratterizzano le fabbriche cinesi: turni di 12 ore, ritmi pressanti che impediscono pause, salari sopra il minimo sindacale, ma piu’ bassi della media.

Libero scambio Usa-UE, un’altra mazzata per la nostra economia

Il tempo di Letta è (quasi) finito, Renzi è pronto a dare il colpo di grazia all’Italia

Gli impiegati di Pardubice sono perlopiu’ persone provenienti dal Vietnam, dalla Bulgaria e dalla Mongolia che non conoscono la lingua e meno ancora i propri diritti e le leggi locali. Una “schiavitu’ moderna” che rischia di contagiare l’Europa, mettono in allerta gli osservatori.

Nei giorni scorsi l’associazione australiana Walk Free Foundation ha pubblicato il primo ‘Indice della schiavitu’ mondiale’ da cui e’ emerso che nel mondo 29,8 milioni di persone vivono in condizioni di “moderna schiavitu'”, una condizione che comprende fenomeni come il lavoro forzato e la tratta degli esseri umani. Con 8.000 “schiavi” l’Italia e’ il Paese dell’Europa centro-occidentale con il rischio piu’ alto, ma viene dietro a Bulgaria, Grecia, Croazia e a tutta l’Europa orientale.



   

 

 

1 Commento per “Paghe minime e condizioni da schiavi, il modello cinese sbarca in Europa”

  1. E’esattamente funzionale e in conformità al progetto per annientare gli europei,e in particolare italiani e greci.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -