Romeno sputa e minaccia la barista che non gli serve altri alcolici

bere24 ott – Sesto San Giovanni: sputa e minaccia di morte la barista
In un bar di Sesto San Giovanni, un uomo ha prima sputato e poi minacciato di morte la barista. Il motivo è perché la ragazza, di origine cinese, che lavorava dientro al bancone si è rifiutata di dargli l’ultimo bicchiere.

Protagonista di questa storia un romeno di 33 anni, Daniel Cojocaru: una celebrità  per le forze dell’ordine. Quello del bar di viale Italia a Sesto San Giovanni è infatti sono l’ultimo reato commesso.

Ad aprile 2013 è stato arrestato in un cantiere di Sesto San Giovanni con l’accusa di furto. A maggio si è preso una denuncia per aver rubato in un centro commerciale. A luglio è accaduto lo stesso a Bergamo, in un’abitazione. A settembre è stato arrestato a Lecco per furto di telefonini. Condannato dal tribunale della città lariana agli arresti domiciliari a Cesano Maderno (Monza Brianza), è sparito fino, appunto, a martedì 22 ottobre quando è successo l’accesso episodio con la barista cinese.

Il romeno è stato arrestato da una pattuglia di agenti della polizia. L’uomo infatti, dopo aver sputato e minacciato la donna, è uscito e andato a continuare il suo bivacco per le strade cittadine. E’ stato trovato alla stazione ferroviaria di Sesto San Giovanni, in piazza Primo Maggio. Alla vista delle divise ha tentato la fuga, ma è stato fermato su viale Gramsci e ammanettato. Dovrà ora rispondere delle accuse di resistenza a pubblico ufficiale ed evasione, cui si deve aggiungere la querela, da parte della cinese, per le minacce e lo sputo.

sesto-san-giovanni.milanotoday.it

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -