Il Papa ai detenuti: punire i deboli e’ facile. Dio e’ dentro con voi

papaCdV, 23 ott. – “Anche il Signore e’ carcerato dai nostri egoismi e sistemi, dalle tante ingiustizie che sono facili per punire i piu’ deboli mentre i pesci grandi nuotano”.
Sono parole di Papa Francesco ai cappellani delle carceri italiane, che ha incontrato questa mattina nell’Aula Nervi prima di spostarsi in piazza San Pietro per l’Udienza Generale.
“Cari fratelli – ha esordito Francesco rivolto ai sacerdoti impegnati nella pastorale carceraria, guidati dal loro capo don Virgilio Balducchi, gia’ cappellano per 20 anni del carcere di Bergamo – vi ringrazio, e vorrei approfittare di questo incontro con voi, che lavorate nelle carceri di tutta Italia, per far arrivare un saluto a tutti i detenuti”.

Ai detenuti, a nome del Papa, “potete dire questo: il Signore e’ dentro con loro; nessuna cella e’ cosi’ isolata da escludere il Signore, il suo amore paterno e materno arriva dappertutto”. Papa Francesco ha affidato questo messaggio per gli ospiti delle sovraffollate carceri italiane “Prego – ha confidato ai sacerdoti – perche’ ciascuno apra il cuore a questo amore. E prego anche per voi cappellani, per il vostro ministero, molto impegnativo e molto importante, perche’ esprime una delle opere di misericordia”.

“Voi – ha scandito Francesco – siete segno della vicinanza di Cristo a questi fratelli che hanno bisogno di speranza”. “Il Signore – ha poi concluso rivolto ai cappellani – vi benedica e la Madonna vi accompagni”. “Per favore – ha chiesto Papa Francesco ai cappellani delle carceri – dite ai detenuti che prego per loro, prego il Signore e la Madonna che possano superare positivamente questo periodo difficile della loro vita. Che non si scoraggino, non si chiudano, perche’ il Signore e’ vicino; non e’ fuori, non rimane fuori dalla loro cella, ma e’ dentro”.

Intanto oltre 100mila fedeli hanno presenziato all’udienza generale. Gremite infatti – oltre a piazza San Pietro – anche piazza Pio XII, e le vie limitrofe, compreso il primo tratto di via Conciliazione. Anche la Prefettura della casa Pontificia, che stima i presenti in base ai biglietti distribuiti nei giorni precedenti mentre in genere sono almeno il 20 per cento in piu’ in quanto si puo’ accedere anche senza l’invito, ha annunciato 85mila fedeli. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -