Comunità ebraica: «La tomba di Priebke non diventi luogo di pellegrinaggio»

pacifici20 ott – «Non ci siamo mai opposti alla sepoltura di Erich Priebke, purchè non avvenisse sul suolo italiano e non diventasse un luogo di pellegrinaggio. E non permetteremo che lo diventi». Così il presidente della Comunità ebraica romana Riccardo Pacifici commenta da Auschwitz, dove si trova per un Viaggio della Memoria, le parole del legale del defunto capitano delle Ss sul luogo – ancora segreto – dove sarà sepolto.

«Le regole del gioco le stabiliamo noi che abbiamo fondato la democrazia in questo Paese», ha aggiunto Pacifici. «Tutto ciò che dice si commenta da solo e presto capiremo perchè Giachini ha bisogno di farsi pubblicità – aggiunge Pacifici – Dovrebbe ricordarsi che questa (sulla sepoltura di Priebke, ndr) è una battaglia che è stata condotta dall’Italia intera, dalle autorità civili e religiose, dai sindaci di Roma e di Albano. Oltretutto Giachini contraddice sue dichiarazioni precedenti sul fatto di conservare il segreto a proposito del luogo della tomba».

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -