Vaticanisti, arabi e imam alla festa islamica del sacrificio

islam18 OTT – Sarà dedicata alle novità del pontificato di Francesco e al dialogo interreligioso la festa islamica dell’Eid che questa sera, a Roma, le comunità arabe in Italia celebreranno in un grande incontro collettivo. Ospite d’onore sarà la nuova ambasciatrice dell’Autorità Nazionale Palestinese in Italia, Mai Al Kalia, che ieri ha accompagnato il presidente Abu Mazen nell’incontro con Papa Bergoglio.

All’evento parteciperanno anche gli altri rappresentanti diplomatici dei paesi arabi, l’imam del centro islamico culturale d’Italia, alcuni vaticanisti, oltre che tante famiglie di immigrati. “Sarà certo un’occasione per festeggiare – ha spiegato Foad Aodi, presidente del Comai (Comunità del mondo arabo in Italia) e del movimento ‘Uniti per unire’ – ma anche un momento per proseguire un sano confronto su argomenti di carattere religioso e sopratutto sulla svolta avviata da Papa Francesco”.

Islam – Pakistan: sui libri scolastici l’uccisione dei cristiani come ”obiettivo formativo”

L’Eid ricorda la storia di Abramo, il quale ricevette da Dio l’ordine di sacrificare il proprio figlio Ismaele (nella versione islamica, ndr), ma, nel momento in cui si accingeva ad eseguire quanto richiesto, fu fermato da un angelo e, al posto del figlio offrì in sacrificio un montone. L’Eid è una delle feste più importanti del calendario islamico ma anche la celebrazione di una vicenda comune alle tre religioni monoteistiche.(ANSAmed).

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Vaticanisti, arabi e imam alla festa islamica del sacrificio”

  1. L’islam nega tutti i principi sui quali si basa il cristianesimo e un papa che rispetta l’islam rappresenta il più alto tradimento del messaggio di Cristo e dei fedeli cristiani.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -