Confesercenti: in 3 anni le tariffe dell’acqua +41,3%

acqua19 ott. – Le tariffe continuano a correre, soprattutto quelle a controllo locale. Secondo i calcoli dell’Ufficio economico Confesercenti, nel periodo compreso tra il 2011 e l’estate 2013, a fronte di un incremento dell’11,4% delle tariffe nazionali, quelle locali sono cresciute del 28,5%, trainate dall’aumento record dell’acqua potabile (+41,3%) dei trasporti (urbani +26,2% ed extraurbani +24,7%) e dei rifiuti solidi (+25,2%).

Pagheremo con le bollette dell’acqua le infrastrutture idriche per l’Africa

Forte incremento anche per le tariffe energetiche (+23,5%). “Ci si chiede”, commenta Confesercenti, “se questa inflazione tariffaria non finira’ per vanificare gli effetti benefici di un’inflazione generale che, rallentando, ha portato un po’ di respiro al potere d’acquisto delle famiglie e, quindi, a una timidissima possibilita’ di ripresa dei consumi.
Anche perche’ il futuro non e’ roseo: l’arrivo della Tares, a fine anno, causera’ un aggravio fiscale aggiuntivo di oltre mille euro, rispetto al 2012, per ristoranti e alberghi; mentre la Trise – che scattera’ dal 2014 – presenta ancora grandi elementi di confusione, e si configura come un’incognita per famiglie, imprese e per gli stessi Comuni”. (AGI) .

Federutility: aumentare il costo dell’acqua, abbiamo le tariffe piu’ basse d’Europa

Acqua: quasi 4 miliardi di bollette non pagate

Il Festival dell’acqua serve a mascherare l’interesse di chi vuole lucrare sull’acqua

UE, Pittella: non assoggettare l’acqua a logiche di concorrenza e mercato

Federutility: 4,5 mld per fognature e depurazione, piuttosto che in opere di acquedotto

 

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -