Gran Bretagna: sms di preavviso a tutti i clandestini “Go Home”

gb18 ott – Il governo britannico ha inviato degli sms a circa 40mila persone sospettate di trovarsi illegalmente nel Regno Unito, per chiedere loro di contattare le autorità e, nel caso, lasciare il Paese: lo hanno reso noto fonti del Ministero degli Interni di Londra.

Il metodo – definito “proattivo” da Whitehall – è stato oggetto di numerose critiche, specie dalle associazioni per la difesa dei diritti civili. Il Ministero è invece soddisfatto dell’iniziativa, inizialmente limitata a Londra ma che potrebbe essere ora estesa al resto del Paese.

Ricercatore egiziano: “L’80% di immigrati musulmani in Europa vive di sussidi sociali”

“Messaggio del ministero dell’Interno. Dai nostri registri emerge che lei potrebbe non avere il diritto di restare nel Regno Unito. Grazie di volerci contattare allo 08443754636”, recitava l’sms inviato dall’Home Office a 39.100 persone fra il settembre 2012 e il giugno 2013 nell’ambito della campagna intitolata “Go Home”. Aggiungendo le persone contattate via posta, email o telefono fisso, complessivamente sono stati 58.800 i presunti clandestini approcciati dalle autorità britanniche.

“Sono rimasto completamente sconvolto da questo sms. Sono arrivato qui nel 1966 con i miei genitori, sono nato in Africa orientale e ho sempre avuto un passaporto britannico”, ha esclamato Suresh Grover, lamentandosi con il quotidiano The Independent. E’ falso, ha assicurato all’Afp l’Home Office che, dopo la verifica, non ha “trovato traccia di un messaggio inviato a questo signore”. “Su 58.800 persone contattate, abbiamo ricevuto 143 reclami, di cui 14, ovvero un numero irrilevante, sono stati accettati come legittimi da Capita”, la società privata che ha gestito l’invio degli sms, ha aggiunto il ministero.

Il sottosegretario all’Immigrazione, Mark Harper, ha difeso la decisione, dichiarando di non aver “problemi a dire alle persone che sono nel Paese illegalmente di andarsene”. Oltre agli sms, la campagna “Go Home” si era avvalsa di un’altra iniziativa a alto impatto emotivo: l’invio di due furgoni in diversi quartieri londinesi abitati da una maggioranza di stranieri con un poster gigante sul quale spiccavano un paio di manette e questo slogan: “Nel Regno Unito illegalmente? Ritornate a casa vostra o correte il rischio di farvi arrestare”. I furgoni in questione, ribattezzati “racist vans”, avevano suscitato una pioggia di critiche nel Paese fino a dividere anche la coalizione al potere. (con fonte Afp)



   

 

 

1 Commento per “Gran Bretagna: sms di preavviso a tutti i clandestini “Go Home””

  1. Guido Schiesari Vicenza

    Ditelo alla Kyenge o alla Boldrini, e vedrete che la loro protesta raggiungerà subito Bruxelles, e allora saranno guai seri! Povera Italia!

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -