Tajani: il fattore giustizia penalizza la competitività delle imprese italiane

Condividi

 

giustizia11 ott – Il ”fattore forse più penalizzante” per la competitività delle imprese italiane ”sono i tempi biblici della giustizia civile”, per questo il governo deve ”fare di più, in linea con le raccomandazioni della Commissione” europea.

E’ il messaggio rilanciato dal vicepresidente dell’esecutivo comunitario Antonio Tajani in un intervento su ‘Il Tempo’, ricordando che l’Italia è anche ”in fondo alla classifica” Ue dell’efficienza della giustizia ”per tempi di risoluzione delle cause commerciali e numero delle cause pendenti, con un livello di applicazione delle nuove tecnologie informatiche mediocre”.

Questo pesa, secondo le stime, dall’1 al 2% del pil. Bruxelles, ha ricordato Tajani, organizzerà il 29 ottobre una conferenza proprio su competitività ed efficienza della pubblica amministrazione, una ”occasione di confronto sulle migliori pratiche e riforme anche per rendere la giustizia civile più efficiente”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -