Sbai: terroristi assassini tornano in Italia dalla Siria e nessuno li indaga

10 ott – Souad Sbai, ex parlamentare del Pdl e presidente dell’Associazione delle donne marocchine in Italia, lancia l’allarme e denuncia la presenza, presa sotto gamba, di un nuovo pericolo terroristico in Italia. “E’inaccettabile che un gruppo di persone con cittadinanza italiana che hanno combattuto in Siria, uccidendo tante persone, con tanto di testimonianze fotografiche, sia tornato in Italia e non c’è stata nessuna Commissione d’inchiesta su di loro – dice – Questi terroristi rappresentano un vero pericolo per la società italiana visto che sono stati denunciati per crimini contro l’umanità.”

Jihadisti italiani combattono a fianco dei ribelli in Siria

I “nuovi italiani” fanno i terroristi in Siria

La Sbai avverte quindi che “tutto questo ci si può ritorcere contro come già ci ha dimostrato la storia dell’Afghanistan dei talebani: questi terroristi sono armati fino ai denti e sono sempre più soliti usare il web come cassa di risonanza dove propagandare la loro educazione all’odio contro gli ‘infedeli’ e reclutare giovani italiani per immolarli alla jihad”.
“Chiedo allora al nostro Parlamento – conclude – di aprire un’indagine d’inchiesta sui presunti terrroristi: dal momento che questi rappresentano un pericolo per la nostra nazione e una minaccia costante per chi denuncia questi fatti, come testimonia la mia esperienza personale. Da anni, infatti, sono costretta a vivere sotto minaccia proprio perché dedita a combattere contro la violenza islamica”.
http://www.almaghrebiya.it/?p=34570


   

 

 

1 Commento per “Sbai: terroristi assassini tornano in Italia dalla Siria e nessuno li indaga”

  1. la magistratura italiana che fà, dorme come al solito???

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -