Marocchino grattuggia il braccio della sorella che non vuole dargli soldi

piange67 ott – Prende a grattugiate la sorella per derubarla di 25 euro. L’insolita rapina è avvenuta ieri sera, poco prima delle 19, in via Riva di Trento, al Corvetto, quando un marocchino di 20 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, è entrato nella casa della sorella e ha cominciato a picchiarla.

LA VICENDA – «Dammi i soldi o sono botte». La donna, 23 anni, ha cercato di opporre una minima resistenza, ma è stato peggio. A questo punto l’aggressore ha preso una grattugia, di quelle che si usano per il formaggio, e le ha grattugiato letteralmente un braccio. Quindi, incurante della sorella piena di lividi e sanguinante, le ha preso 25 euro ed è scappato. La giovane, però, ha avuto la forza di chiamare con il cellulare la polizia e di fornire la descrizione del fratello. Quando gli agenti sono arrivati sul posto, se lo sono trovato davanti, ancora con la grattugia in mano. Prima di farsi ammanettare il marocchino ha tentato di picchiare anche gli agenti. E’ stato quindi arrestato con le accuse di tentata rapina aggravata e di resistenza a pubblico ufficiale.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -