Antrodoco, chiuse cinque chiese su sei, fedeli e preti del posto in rivolta

androco

ANTRODOCO, 5 ott – – Fedeli senza più chiese ad Antrodoco. Delle sei presenti, cinque sono ora chiuse. L’ultima a chiudere è stata Santa Maria Extra Moenia di Antrodoco, restaurata solo quattri anni fa, le cu travi della parte sinistra della navata laterale si sono incurvate vistosamente e rischiano di cedere da un momento all’altro.

Ed è benzina sul fuoco per la comunità di fedeli della cittadina: di sei chiese, cinque sono chiuse per inagibilità o lavori di ripristino iniziati e sospesi. L’unica a rimanere aperta è Santa Chiara, anch’essa in restauro ma comunque capace di ospitare le sacre funzioni.

Tornando a Santa Maria, monumento nazionale e fantastico esempio di architettura e pittura tardo medievale abruzzese, lo sgomento è totale poiché l’edificio è rimasto chiuso per anni a causa dei danni subiti dal sisma del ’97, per poi dar via ai lavori di ripristino e miglioramento sismico dal settembre del 2007 alla fine di luglio del 2009.

Don Luigi Tosti, parroco della chiesa è a dir poco irrito. «Le travi portanti della navata sinistra della chiesa – spiega – sono arcuate, stanno cedendo. Ho consultato un tecnico di fiducia che mi ha sollecitato a prendere rimedio poiché un’abbondante nevicata nel prossimo inverno potrebbe far crollare il tetto. Di mia iniziativa ho preso la decisione di chiudere la chiesa vietandone l’accesso a chiunque. Ho altresì tempestivamente scritto Carmelo Tolumello, dell’ufficio ex sisma, all’architetta Caterina Nucci della Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici del Lazio e chiaramente la Curia di Rieti per chiedere gli interventi adeguati a rimuovere il problema. Fino ad oggi nessuna risposta mi è giunta. Quel che auspico – conclude il parroco – è che si faccia almeno un sopralluogo congiunto di tutti gli enti interessati, compresi quelli dell’impresa appaltatrice poiché, qualora risultassero delle inadempienze di esecuzione siamo ancora nei termini giuridici di garanzia dei lavori. Ci sentiamo veramente abbandonati».

La chiesa, che si trova appena fuori l’abitato di Antrodoco, venne edificata nel V secolo d.C. su un tempio pagano dedicato a Diana; è stata restaurata nel IX e X sec. ed ampliata nel XI e XII secolo. La struttura, nonostante i lavori effettuati nei secoli, è rimasta sostanzialmente medievale.

il messaggero

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Antrodoco, chiuse cinque chiese su sei, fedeli e preti del posto in rivolta”

  1. Don Luigi provi a farlo presente al Vaticano vedrà che la aiuteranno.
    buona fortuna che ne ha proprio bisogno.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -