Riduce in fin di vita, a sprangate, un coetaneo. Arrestato tunisino 22enne

arrestORVIETO, 3 ott – Un tunisino di 22 anni è stato arrestato dalla polizia per avere ridotto in fin di vita, a sprangate, un marocchino coetaneo. Episodio che sarebbe legato a una lite tra i due avvenuta nei giorni scorsi nella quale il giovane ora accusato di tentato omicidio aveva avuto la peggio.

Lo straniero aggredito ha gravissime lesioni al volto, alla testa ed agli organi interni e la prognosi è riservata. Questa mattina è stato sottoposto ad un delicato intervento nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Terni.

Dopo il tentato omicidio gli agenti hanno avviato le indagini per identificare l’aggressore, da ricondurre a
vecchie acredini tra i due giovani magrebini, entrambi regolari ed incensurati, per una lite avvenuta tra i due alcuni giorni fa nei pressi di un bar, per futili motivi e nella quale il tunisino ha avuto la peggio. Il grave ferimento di ieri, per gli investigatori, è un regolamento di conti.

Qualche ora dopo il 22 enne si è costituito. In casa i poliziotti hanno sequestrato la pesante spranga di ferro. Il tunisino è rinchiuso carcere di Orvieto.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -