Furto di rame provoca fuoriscita di gas e finisce in tragedia, morto un romeno

rame1 Ott (Però Torino) – Ancora un furto di rame. L’ennesimo. Questa volta però la scorribanda è terminata in tragedia. La vittima è un romeno dell’età di trent’anni, deceduta mentre tentava di sottrarre illegalmente del rame da una centrale elettrica di Buttigliera Alta, in provincia di Torino.

Il fatto è avvenuto la notte scorsa, intorno alle 3, quando i carabinieri della Stazione di Avigliana sono intervenuti dopo aver ricevuto la telefonata di un uomo che, in lacrime, invocava aiuto per l’amico in fin di vita all’interno della centrale elettrica. Arrivati sul posto, i militari hanno trovato l’uomo in fin di vita, accertando così la veridicità della chiamata al 112.

Dalle prime ricostruzioni pare che il ladro abbia tentato di colpire con una mazza da baseball uno degli apparati in ceramica contenenti gas isolante provocando così una deflagrazione per la fuoriuscita del gas che lo ha investito in pieno. Trasportato all’ospedale di Rivoli (TO), l’uomo è deceduto poche ore dopo per “shock emorragico”. Pare inarrestabile la marea montante dei continui furti del cosiddetto oro rosso, nonostante l’impegno delle forze dell’ordine. Una marea che sta sommergendo l’Italia intera, con il Piemonte fra le regioni più toccate del fenomeno, anche se il primato spetta alla Sicilia, in particolare alla città di Palermo, la più colpita da questo genere di furti.



   

 

 

2 Commenti per “Furto di rame provoca fuoriscita di gas e finisce in tragedia, morto un romeno”

  1. Sono dei sorci che rosicchiano la nostra societá… ogni tanto qualcuno di loro finisce male… ma sono sempre troppi!

  2. E DI GIORNO INQUINANO BRUCIANDO L’ISOLANTE IN PVC
    E PRODUCENDO FUMI DA CUI SI SPRIGIONA ACIDO CIANIDRICO MORTALE PER CHI LO RESPIRA
    RUBANO INQUINANO E PRENDONO PURE SOVVENZIONI
    E NESSUNO INTERVIENE

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -