Boldrini furiosa: “Ora basta! Chiamatemi ‘la Presidente’!”

boldrini

24 sett – Dopo aver speso migliaia di euro per cambiare la carta intestata di Montecitorio, Laura Boldrini torna alla carica: “Dovete chiamarmi LA Presidente”. La Boldrini non ci dorme la notte.

Sua maestà Boldrini si fa rifare la carta intestata che non le piace

Il Paese arranca nelle paludi della crisi, ma lei ha un solo pensiero: l’articolo determinativo al femminile. Quella di Lady Montecitorio (LA Presidente non si offenderà se la chiammiamo così) è una battaglia senza quartiere. Le polemiche per i soldi spesi per sostituire la carta intestata di Montecitorio che recava ancora la dizione “Il Presidente” in onore del predecessore Gianfranco Fini, non ha sfiorato l’orgoglio della Boldrini.

“Ora basta!” – Lei non molla e così durante un intervento al convegno “Donne e media” al Senato è andata su tutte le furie: “Ora basta! Chiedo da mesi, non per puntiglio, di essere chiamata ‘la presidente’. E invece quando si rivolgono a me mi chiamano ‘signor presidente’. Ora basta!. Non è un puntiglio o un vuoto formalismo, bensì l’affermazione che esiste più di un genere”. Una reazione al veleno quella de “la presidente” che ha aggiunto: “Se una giudice chiede di essere chiamata la giudice, se una ministra chiede di essere chiamata la ministra, se una presidente della Camera chiede che sulla carta intestata sia scritto ‘la presidente’, lo fa per affermare che non c’è più un’esclusiva maschile per certi lavori, non c’è più una normalità maschile della quale tutte noi saremmo provvisorie eccezioni”.

Contro i talk show – Infine, la Boldrini per sottolineare il suo appello e la sua crociata “rosa” mette nel mirino i talk show, a suo dire “pieni di uomini”: ” “Si farà un passo avanti decisivo quando smetterà di essere solo l’impegno di un genere. Perche’ nei talk show ci sono solo esperti uomini a discutere di certi temi, quando sappiamo che ci sono tantissime donne esperte nelle stesse materie? Una par condicio di genere sarebbe utile anche per fornire alle nostre ragazze, alle nostre figlie, modelli diversi”, ha affermato il…ehm “LA” Presidente…(I.S.)

libero



   

 

 

3 Commenti per “Boldrini furiosa: “Ora basta! Chiamatemi ‘la Presidente’!””

  1. Ma va a c%$@#&re signor presidente dei miei attributi!!!
    Se poi mi dite che si puo’ dire lo metto in chiaro!

  2. C’è un posto dove non c’è nessuna differenza di genere che accomuna tutti uomini, donne, e tutte le varianti secondarie poco identificabili in un grande ABBRACCIO…..IL CESSO.——

  3. Giorgio Bongiorno

    Signora Presidente, di questi tempi anche la vecchia carta intestata sarebbe servita agli scopi istituzionali. Cominci lei a dare l’esempio. I suoi falli di reazione annullano qualsiasi valore delle sue istanze.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -