Pakistan: padre non ha soldi per la dote, le 5 figlie si gettano nel fiume

pakistan20 set. – Quattro sorelle pakistane si sono uccise dopo aver discusso con il padre che non poteva permettersi di dare loro una dote. Una quinta sorella, gettatasi anche lei nel canale per morire, e’ stata salvata dalle acque. La tragedia si e’ consumata a Mailsi, un villaggio rurale nella zona meridionale del Punjab. Protagonista della vicenda, un povero contadino, Bashir Ahmed Rajput, senza soldi da offrire in dote per far sposare le figlie.

“Dopo aver discusso dell’argomento giovedi’, le sue figlie disperate si sono gettate insieme in un canale”, ha riferito un poliziotto locale. Delle cinque donne, le quattro maggiori di 45, 43, 38 e 35 anni sono annegate mentre la piu’ piccola di 31 anni, Fatima, e’ stata salvata dai soccorritori. I corpi di due di loro sono stati trovati, mentre delle altre sono ancora in corso le ricerche. La dote e’ una faccenda seria nel subcontinente e diventa vero e proprio motivo di disperazione per le famiglie povere che non possono sostenerla. Una donna senza dote non si puo’ sposare e la sua esistenza con il passare degli anni, senza un marito che la sostenga economicamente, diventa via via piu’ difficile e alla merce’ dei parenti. agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -