Al-Qaeda, leader Ayman al-Zawahri diffonde le ”linee guida per il jihad”

ZAWAHIRI

17 sett –  Il leader di al-Qaeda Ayman al-Zawahri ha diffuso per la prima volte le ”linee guida per il jihad”, chiedendo di limitare gli attacchi contro le sette musulmane e non musulmane e i conflitti in quei Paesi dove i jihadisti possono trovare una base fertile per diffondere i propri ideali. Il documento, pubblicato sul sito americano di intelligence Site, mostra quindi la strategia di al-Qaeda a 12 anni dagli attentati dell’11 settembre contro le Torri gemelle a New York e le sue ambizioni globali, dal Nord Africa al Caucaso fino al Kashmir. Se l’obiettivo militare della rete terroristica resta quello di indebolire gli Stati Uniti e Israele, Zawahri sottolinea anche l’importanza della “dawa”, o opera missioniaria, per diffondere le idee del jihad.

“Per quanto riguarda gli attacchi all’America e ai suoi vicini, va fatta distinzione da posto a posto. Il principio base è di evitare di entrare in conflitto con loro, ad eccezione dei Paesi dove il confronto è inevitabile”, ha spiegato il successore di Osama bin Laden. Si tratta di una posizione particolarmente rilevante per il Nord Africa, dove secondo molti analisti al-Qaeda sta sfruttando il periodo seguente le primavere arabe per cercare nuovi seguaci, anche stringendo alleanze locali, ma evitando di attirare l’attenzione su di se’ con attentati. ”La nostra è una battaglia lunga e il jihad ha bisogno di basi solide”, ha detto Zawahri nelle sue ”linee guida per il jihad” postate su vari forum online.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -