Il Papa: “No alla vendetta, ci sia misericordia”

papa15 sett – “Se noi viviamo secondo la legge ‘occhio per occhio, dente per dente’, non usciamo dalla spirale del male”. Così il Papa all’Angelus. “Il Maligno è furbo – ha aggiunto -, e ci illude che con la nostra giustizia umana possiamo salvarci e salvare il mondo. In realtà, solo la giustizia di Dio ci può salvare!”. “La misericordia è la vera forza che può redimere l’uomo e il mondo dal ‘cancro’ che è il peccato, il male morale, spirituale”, ha proseguito.“Impegno della Chiesa per le famiglie sia stimolo per la politica” – “Mi rallegro per il grande impegno che c’è nella Chiesa in Italia con le famiglie e per le famiglie e che e’ un forte stimolo anche per le istituzioni e per tutto il Paese. Coraggio! Avanti su questa strada della famiglia!”, ha poi detto parlando della Settimana sociale dei cattolici che si chiude a Torino.

“Pregare per coloro con cui si è arrabbiati” –
Piccolo ma significativo “fuori programma” per il Papa all’Angelus. Francesco ha invitato a un certo punto i fedeli riuniti in Piazza San Pietro a pregare in silenzio per le persone con cui si è arrabbiati. “Io vi chiedo una cosa adesso – ha detto – in silenzio, tutti, pensiamo, ognuno pensi a una persona con la quale non stiamo bene, che non ci fa stare bene”. “Pensiamo a quella persona – ha ribadito – e in silenzio preghiamo per quella persona e diventiamo misericordiosi con quella persona”.

“Perdonate, non è buonismo” –
“Solo l’amore riempie i vuoti, le voragini negative che il male apre nei cuori e nella storia”, ha aggiunto. Secondo il Pontefice, “la gioia di Dio è perdonare”. “Qui c’è tutto il Vangelo – ha spiegato -, c’è tutto il Cristianesimo! Ma guardate che non e’ sentimento, non è “buonismo”!.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -