Obama: i militari restano nella regione, pronti ad agire in Siria

obama14 sett – Stati Uniti e Russia hanno raggiunto un accordo sul piano per la messa in sicurezza delle armi chimiche siriane. Stati Uniti e Russia concordano sul fatto che se la Siria non rispetterà gli accordi in relazione alle sue armi chimiche saranno necessarie misure da parte del Consiglio di sicurezza Onu.

Lavrov: no all’uso della forza

L’accordo con gli Usa sulle armi chimiche siriane non contiene nulla sul possibile uso della forza: lo ha detto a Ginevra il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov commentando l’esito dei negoziati con Kerry, che ha invece evocato il ricorso al capitolo 7 della carta Onu in caso di mancato rispetto del piano da parte di Damasco.

Restiamo in zona

“Se la diplomazia fallisce, gli Stati Uniti e la comunità internazionale devono essere pronti ad agire” contro la Siria: lo afferma Barack Obama, ribadendo che gli Usa “manterranno le loro posizioni militari nella regione per mantenere la pressione sul regime di Assad”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -