Gli staccano utenze di casa, disoccupato minaccia di darsi fuoco

fuoco7 sett – Un uomo di 53 anni, disoccupato, si e’ incatenato nel sottopassaggio pedonale di via del Tritone, a Roma, con una bottiglia di benzina e una scatola di fiammiferi in mano. L’uomo minacciava di darsi fuoco. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che dopo circa un’ora di trattative sono riusciti a convincerlo a desistere dal suo intento.

Secondo quanto ha raccontato ai pompieri l’uomo da tre anni attende di essere pagato dall’azienda per cui lavorava. Il 53enne ha detto di essere arrivato al limite, ora le sono state anche staccate le utenze dell’abitazione che non paga da diverso tempo. ”Io non ce la faccio piu”’, ha detto ai vigili del fuoco.



   

 

 

3 Commenti per “Gli staccano utenze di casa, disoccupato minaccia di darsi fuoco”

  1. Non e’ un nomade..
    Dalla sua entrata in vigore nel luglio 2009, il Piano Nomadi è costato più di 62 milioni di euro ..

    E non e’ neanche immigrato..

    Scandalo a Trento: agli immigrati 2000€ al mese, alloggio , bus gratuito e buoni pasto

    Mi spiace per lui, ma ci sono altre priorita’..Ricercatore egiziano: “L’80% di immigrati musulmani in Europa vive di sussidi sociali”

    Se l’importo minimo richiesto per vivere in Europa è di $ 20.000 all’anno e se il 40 milioni di musulmani vivono di sussidi sociali, il costo è sconcertante … perché ha raggiunto 800 miliardi dollari l’anno, solo per l’immigrazione musulmana.

    Tale importo potrebbe raddoppiare se si tenesse conto di tutti gli altri immigrati non europei che vivono di sussidi e se aggiungessimo anche il costo della criminalità e dell’implosione sociale a causa di questa immigrazione di massa.

  2. Vomito.

  3. Questa situazione si riscontra in modo evidente in Italia, dal piccolo Comune alla grande città. Occorre prenderne coscienza da parte di tutti, anche coloro che dormono e si adagiano dietro un assurdo e anacronistico buonismo. Dobbiamo ribellarci a partire dalle situazioni più vicine, pretendere chiarimenti e spiegazioni riguardo a ingiustificati e arbitrari privilegi concessi a stranieri di ogni sorta, non sempre bisognosi. I nostri anziani e i nostri malati, i nostri figli disoccupati, le persone più deboli della nostra società soffrono le più insopportabili ingiustizie. No possiamo più tollerare, dobbiamo reagire.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -