Crisi di governo: Saccomanni attacca col ricatto dello spread

saccomanni7 sett – In caso di una crisi di governo il primo impatto sarebbe sullo spread. Lo afferma il ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni. ”Il primo impatto sarebbe sui mercati finanziari. Temo un aumento dei tassi di interesse e un riacutizzarsi dello spread che significa maggiori oneri per gli italiani”.

Saccomanni ha ricordato che ”il maggior fattore frenante della crescita è il debito pubblico”, il ministro ha indicato il timore ”di nuove tensioni sui mercati di titoli di Stato che creerebbero problemi di disavanzo”. I segnali positivi su una ripresa ”saranno cancellati se si torna a un’incertezza politica interna e internazionale”, ha dichiarato segnalando che questa ”è un’eventualità vista con preoccupazione anche dai colleghi del G20”.

”Sono fiducioso, penso che la crisi non ci sarà”, ha spiegato, a margine dei lavori al Forum Ambrosetti di Cernobbio, il ministro dell’Economia.

”Non possiamo permetterci di arrivare alla presidenza di turno dell’Ue essendo di nuovo tornati sotto la procedura di disavanzo eccessivo” con un deficit sopra il 3%. “Non ho nessuna intenzione di consentirlo”. “Sarebbe una perdita di credibilità assolutamente imperdonabile”.



   

 

 

1 Commento per “Crisi di governo: Saccomanni attacca col ricatto dello spread”

  1. Da quando Saccomanni sta dalla parte degli italiani…a Si …ci sta perchè li deve solo e spudoratamente caricarli di tasse per i signori del Bilderberg…

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -