Lugano: condannato afghano che stuprò la nipote: “Non è giusto, è colpa sua”

piangess4 sett – Quattro anni per l’afghano che stuprò la nipote a Lugano. Ma lui continua a difendersi: “E’ colpa sua, io ero solo ubriaco”.

“Ho avuto un rapporto sessuale con lei, ma io ero ubriaco. Il 20% della colpa è mia ma l’80% è sua“. Questa la difesa dell’uomo afghano che lo scorso febbraio stuprò la nipote che era andata a trovare la famiglia a Lugano.

Quando la moglie era uscita per accompagnare il figlio all’asilo, l’afghano ha preso la ragazza, di 25 anni, e l’ha portata di forza nel suo letto per poi stuprarla. La magistratura non ha però creduto alla versione dell’uomo, che è stato quindi condannato a 4 anni di carcere.

www.mattinonline.ch



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -