Firenze: egiziano picchia la moglie per imporle le regole dell’islam

piange4FIRENZE, 03 SET – Minacciata di morte, sequestrata in casa e picchiata dal marito davanti ai figli di sei mesi e due anni. I maltrattamenti sono andati avanti tre anni fino a che la donna, trentenne fiorentina, ha denunciato le violenze ai medici del pronto soccorso, dove si era fatta portare dall’uomo fingendo un malore.

Il marito, egiziano, 33 anni, è stato arrestato. Secondo le testimonianze dei familiari della donna, l’uomo le avrebbe imposto, anche con la violenza, usanze e tradizioni musulmane.



   

 

 

7 Commenti per “Firenze: egiziano picchia la moglie per imporle le regole dell’islam”

  1. Posso dirlo? Se lo meritano!!! Un musulmano non potrà MAI E DICO MAI AVERE LA LIBERTà DI MENTE DI NOI OCCIDENTALI!!!!

  2. Chi cacchio l’ho ordinato di sposare una di queste bestie ?

  3. Un cristiano puo sposare una mussulmana perche la donna capisce la liberta´ che gli viene regalata ma il contrario non e possibile,hanno inculcato in testa da sempre che la donna deve ubbidire cecamente al marito…lo si sa da secoli e ancora si mettono con questi barbari ? Mi dispiace per lei e che serva almeno alle altre per rifletterci 1000 volte prima di fare la stupidaggine della vita..

    • Per legge coranica una donna musulmana può sposare solo un uomo musulmano. Per evitare che essendo più debole venga corrotta dal marito di diversa religione. Viceversa un uomo musulmano può sposare una cristiana, tanto la sottometterà con la forza…

  4. Ma davvero credono alla leggenda metropolitana,che le donne scelgono di mettere il velo.Invece le donne Italiane che sposano i mussulmani,impareranno che la troppa libertà fà male alla mente.

  5. Ma un cazzottone fra le palle non sapevi darglielo?

  6. Certo è troppo facile dire oggi che se l’è cercata! Tuttavia è esattamente così. Oramai è più che risaputo che dei musulmani non ci si può fidare, non esistono islamici buoni o democratici! Si tratta di persone cresciute col fanatismo del corano, ce l’hanno nel DNA e soprattutto non hanno una forma mentis che permetta loro di riflettere e ragionare autonomamente senza condizionamenti di tipo religioso o culturale. L’unica cosa saggia da fare è isolarli…..invece ahime! ce li mettiamo dentro casa, dentro lo Stato…..ci stiamo circondando di persone che aspettano pazientemente l’occasione giusta per poterci invadere e distruggere.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -