Licenziato con moglie e 3 figli: «Vendo un rene, non mangiamo più»

disp12 sett – PORDENONE – «Siamo in cinque a dover mangiare e solo con i quattrocento euro mensili di mia moglie non ce la facciamo più. È due anni che ho perso il lavoro e dopo aver venduto tutto l’oro e i gioielli di famiglia facciamo fatica a mangiare. Ora è anche finito l’aiuto dei servizi sociali del Comune. Perciò ho deciso di vendere un rene al miglior offerente, solo così posso continuare a sfamare la mia famiglia». L’appello-choc arriva da un licenziato di 54 anni che vive con la famiglia in un piccolo centro della pedemontana pordenonese.

Fino a due anni fa Alessandro era un metalmeccanico manutentore. Ma quando la sua azienda di Bergamo ha chiuso, lui è stato licenziato. «Da quindici giorni – racconta la moglie, che lavora per un’impresa che fa le pulizie negli uffici postali, mangiamo bietole e uova solo grazie a qualche vicino che ha le galline e che ci dà una mano». L’altro giorno è arrivata anche la lettera del Comune dove si dice che il figlio piccolo non può usufruire dello scuolabus perché non sono stati pagati i 52 euro della retta dell’anno scorso.

http://www.ilgazzettino.it/nordest/pordenone



   

 

 

3 Commenti per “Licenziato con moglie e 3 figli: «Vendo un rene, non mangiamo più»”

  1. Mi spiace per loro.. ma dobbiamo aiutare i poveri bambini profughi..
    Tanto leggo:
    Per ogni profugo, invece, lo stato italiano spende ben 42 euro al giorno e 80 euro se e’ un minore, piu’ i beni di prima necessita’.

    Fino ad aprile 2012 in Italia erano stati spesi 520 milioni di euro per l’emergenza Nord Africa senza dimenticare i 55 milioni di euro destinati al business dei presunti minorenni.

    Interessante anche leggere : Indagato Letta da 10 mesi. E nessuno ne parla
    Dopo il rimpallo tra due procure, la Cassazione manda il fascicolo sui centri di accoglienza all’unico magistrato di Lagonegro. I reati ipotizzati sono abuso, turbativa d’asta e truffa.

    Comunque: Se l’importo minimo richiesto per vivere in Europa è di $ 20.000 all’anno e se il 40 milioni di musulmani vivono di sussidi sociali, il costo è sconcertante …
    —>>perché ha raggiunto 800 miliardi dollari l’anno, solo per l’immigrazione musulmana.

    Tale importo potrebbe raddoppiare se si tenesse conto di tutti gli altri immigrati non europei che vivono di sussidi e se aggiungessimo anche il costo della criminalità e dell’implosione sociale a causa di questa immigrazione di massa.

    /———-/

    Dunque il figlio piccolo non può usufruire dello scuolabus?
    Stessa terapia delle brioches:

    .. lo accompagnassero in limusine..

    Mica pettiniamo le bambole, ci servono gli F35..

    Ma in realtà i cacciabombardieri – pur essendo l’acquisto più oneroso – sono solo una parte delle nuove armi acquistate.

    Nel Febbraio 2012 infatti, mentre montava la protesta per i Jet F35, il governo ha deciso di acquistare anche ulteriori cannoni semoventi da 155mm, pur avendone già uno stock di settanta.

    Nell’estate dello stesso anno, mentre lasciava senza lavoro e senza pensione 390.000 esodati, il governo Monti ha stabilito che l’Italia non poteva non avere anche i tecnologicissimi (e costosissimi: 750 milioni di euro l’uno) “super jet” Gulfstream,

    ..2 sommergibili da 2 miliardi di euro, di fabbricazione tedesca…

    Un contratto che prevede la fornitura di 16 elicotteri CH-47F Chinook, con opzione per ulteriori 4 esemplari.

    Il costo dell’operazione si aggira intorno al miliardo di euro, ed i primi elicotteri arriveranno in queste settimane.

    MANGIANO bietole e uova?
    ELIMINATE le uova fanno male ! E non sono eco-sostenibili..

    E sarebbe anche da chiarire la storia del contadino che le (regala), a occhio credo che si tratti di EVASIONE FISCALE e sicuramente anche grave pericolo per l’incolumita’ pubblica.

    “Uova del contadino” cancellate per legge ROMA – Stanno per sparire le “uova del contadino”.
    In attuazione di una norma comunitaria, e’ in emanazione un decreto del ministero della Sanita’ sul commercio delle uova sfuse, ora consentito solo da chi le produce: anche queste dovranno riportare nome o numero del produttore, e la data di scadenza.

    VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAA!!!

  2. Propongo un bell’esproprio proletario al supermercato “Montecitorio” nella piazza omonima. Se certi signori li mettiamo a testa in giù,tutti,sicuramente qualcosa dalle loro merdose tasche le prendiamo.

    • io non dico che non dobbiamo aiutare quei bimbi che non anno nulla ma mi domando lo stato che ca……. o fa? i servizi sociali aiutano solo gli extra comunitari e noi italiani veniamo buttati in mezzo a una strada.anche io sono rimasta disoccupata e o 43 anni e nessuno mi aiuta

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -