Tosi: i nuovi senatori a vita rinuncino agli stipendi

senat31 ago – “Senza voler minimamente mettere in discussione qualità e meriti personali dei nuovi quattro senatori a vita, mi permetto di osservare che, in un momento di crisi economica e sociale come quello che sta vivendo il nostro Paese, non si avvertiva il bisogno di queste nomine, peraltro non obbligatorie ma facoltative”. Così il sindaco di Verona in merito alla nomina, arrivata oggi dal Presidente del Repubblica Giorgio Napolitano di 4 nuovi senatori a vita: il direttore d’orchestra Claudio Abbado, l’architetto Renzo Piano, la biologa esperta di staminali Elena Cattaneo e il fisico premio Nobel Carlo Rubbia.

“Nomine che” prosegue Tosi in una nota “proprio nel momento in cui si discute del ridimensionamento delle retribuzioni dei Parlamentari e della riforma del Senato in Assemblea delle Regioni, saranno per lo Stato e quindi per i contribuenti un costo aggiuntivo di oltre un milione di euro l’anno per un numero non quantificabile di anni. Sarebbe perciò auspicabile, da parte dei nuovi quattro senatori a vita, un gesto di rinuncia ai loro nuovi emolumenti”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -