Merkel: la Grecia non doveva entrare nell’euro, ha indebolito Eurolandia

Condividi

 

Merkel

28 ago – In un comizio a Rendsburg, citta’ del nord della Germania dove e’ forte il partito anti-euro Alternativa per la Germania, Angela Merkel ha detto che la Grecia ”non sarebbe dovuta entrare nell’euro”. ”Il Cancelliere Gerhard Schroeder ha accettato la Grecia nel 2001 indebolendo il Patto di stabilita’: questa scelta, totalmente sbagliata, e’ uno dei punti di partenza dei nostri problemi attuali” ha detto la Cancelliera.

Grazie alla crisi dell’Eurozona, la Germania ha risparmiato 40,9 miliardi di euro

In Germania ci sono mille Monte dei Paschi, una mina da 637 miliardi pronta a esplodere

La Merkel ha anche accusato Schroeder di ”aver minato con la riforma del Patto di Stabilita’ i conti di Eurolandia, rendendola piu’ fragile di fronte alla crisi dei subprime americani”. Alcuni analisti hanno attribuito le dichiarazioni della Merkel al fatto che Schroeder sta partecipando attivamente alla campagna elettorale di Peer Steinbruck, candidato della Spd e suo principale rivale alle elezioni del 22 settembre.

Secondo il Daily Telegraph, il messaggio della Merkel al suo elettorato e’ quello di ”mantenere una distanza psicologica dai Paesi ‘spendaccioni’ del Sud Europa’‘ mentre il messaggio della Spd e’ di ”critica all’esecutivo, per aver nascosto all’opinione pubblica tedesca i costi reali dell’operazione di salvataggio del Paese ellenico”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -