Venezia 70: gli appuntamenti “collaterali”

Il Ministro per l'Integrazione Cecile Kyenge, attesa a Venezia

Il Ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge, attesa a Venezia

Non sono solamente i film e i documentari in programma nel cartellone “ufficiale” della Mostra internazionale di Arte cinematografica di Venezia ad offrire interessanti occasioni di approfondimento e di riflessione.
Vale la pena scorrere il calendario degli avvenimenti, degli incontri e delle presentazioni “collaterali” di questa 70° edizione per non lasciarsi sfuggire l’occasione di scoprire (o di recuperare) progetti altrettanto curiosi.

Si potrebbe cominciare giovedì 29 agosto, all’Hotel Exclesior (Sala Tropicana 1), alle ore 11.30, con la presentazione delle due iniziative editoriali in memoria del Cardinale Carlo Maria Martini, nel primo anniversario della sua scomparsa.
A partire da quella giornata, in abbinamento con i settimanali Credere e Famiglia cristiana si potranno acquistare il libro Il silenzio della parola di don Antonio Modena, il segretario personale del Cardinale durante gli anni della malattia, e il documentario Carlo Maria Martini-Un uomo di Dio di Salvatore Nocita, con interviste -fra gli altri- a don Antonio Sciortino, Direttore di Famiglia cristiana, a Ferruccio De Bortoli, Direttore del Corriere della Sera, a don Luigi Ciotti e ad Aldo Maria Valli, vaticanista per la Rai.

Lunedì 2 settembre, all’Hotel Excelsior (Sala Tropicana 1), alle ore 16.00, appuntamento con il dibattito Lo sguardo del cinema su diversità e integrazione, alla presenza del Ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge.
A seguire, la proiezione del film Italy amore mio di Ettore Pasculli, patrocinato dallo stesso ministero.

Mercoledì 4 settembre, all’Hotel Excelsior (Spazio Regione Veneto), alle ore 13.00, spazio alla proiezione del documentario La montagna infranta di Mirco Melanco, a cinquant’anni (il 9 ottobre) dalla catastrofe del Vajont.
Protagonisti principali sono Luigi Di Gianni, autore di due film di inchiesta sulla tragedia, e la giornalista de L’unità Tina Merlin, che non ha mai smesso di denunciare con forza le responsabilità del disastro. Un documentario pensato anche per i bambini, grazie alle animazioni di Romina Zanon.

Da segnalare, infine, due premi.
Venerdì 6 settembre, al Palazzo del Cinema (Sala Pasinetti), alle ore 11.00, consegna del Premio Bianchi al regista Enzo d’Alo, e alla presentazione in anteprima della nuova animazione ispirata a Il flauto magico ideata assieme a Vincenzo Cerami per la serie televisiva Pipì, Pupù e Rosmarina. Un’occasione per rendere omaggio allo sceneggiatore romano, candidato al Premio Oscar per La vita è bella di Roberto Benigni nel 1999, scomparso lo scorso 17 luglio.
Sabato 7 settembre, all’Hotel Excelsior (Sala Tropicana), alle ore 12.00, consegna del Premio Soundtrack Stars Award alla migliore colonna sonora fra quelle dei film presentati in Concorso, da parte della giuria presieduta dal regista Giuliano Montaldo e con la partecipazione del cantautore Cesare Cremonini.

 

Luca Balduzzi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -