Sardegna, evade 1,50 euro: gelateria di Olbia chiusa per 3 giorni

gelati26 ago – La guardia di finanza è inflessibile con gli evasori, anche quando le cifre sono davvero irrisorie. Lo dimostra il caso di una storica gelateria del centro di Olbia, in Sardegna, costretta a chiudere per tre giorni alla fine del mese di agosto per aver collezionato quattro verbali per scontrini non emessi in cinque anni: un’evasione totale che ammonta a 1,50 euro.

La proprietaria della gelateria “Smeralda” si è detta allibita: “È una sanzione assurda. Tra l’altro ci rimetterà anche lo Stato che perderà l’Iva per il mancato introito della gelateria del prossimo fine settimana previsto in circa 6mila euro”. Ed è stato inutile anche chiedere di rinviare lo stop al termine della stagione estiva.

Come riportato da vari quotidiani locali, i verbali contestati dalle Fiamme gialle sono quattro: si tratta di due scontrini da 1 euro, di uno scontrino da 6,50 euro e di un altro da 1,50 euro. Calcolata l’Iva al 10%, l’evasione totale si attesta intorno a 1,50 euro. Per “riavere” quegli spiccioli evasi, però, lo Stato rinuncia ai circa 500 euro di Iva che la gelateria avrebbe fatturato nel weekend in cui invece rimarrà chiusa.  tgcom24



   

 

 

4 Commenti per “Sardegna, evade 1,50 euro: gelateria di Olbia chiusa per 3 giorni”

  1. da non credere…………………….
    No, dai…………………non e’ì vero!

  2. Pagasse le tasse invece di rimanere allibita.

  3. Antonio Granuzza

    La GdF non fa altro che applicare la legge (GIUSTO). Purtroppo i vertici della stessa non insegnano ai loro dipendenti ( i finanzieri accertanti ) ad usare il buon senso. E il dramma è che questo concetto (che andrebbe a tutto vantaggio dello Stato come precisato nell’articolo) non entra loro in testa.
    Come non entra loro in testa di verificare se un libero professionista (medico, avvocato, ingegnere o qualsivoglia altro imprenditore) rilascia
    T-U-T-T-E! le fatture per i R-E-A-L-I importi relativi a (ripeto) T-U-T-T-E le prestazioni. Vergogna!

  4. Quello che non capisco è che a Milano ed in tutta Italia, i venditori abusivi, e sono solo “stranieri” non hanno di questi problemi, li trovi ovunque nei mercati, ma mai che i GDF controllino.
    Ciò non toglie che chi non rilascia lo scontrino sia un evasore e quindi sanzionabile, ma che sia per tutti.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -