Iraq: scontri tra musulmani, 31 morti

iraq25 ago. – L’odierno bollettino di sangue in Iraq delle violenze interconfessionali tra sunniti e sciiti conta – al momento – almeno 31 morti in una serie di attentati e attacchi tra Baghdad ed il nord del Paese.

Tre bombe esplose nella capitale in un sobborgo hanno ucciso 9 persone e ne hanno ferite 22.
Le altre deflagrazioni sono avvenute a Salaheddin, Nineve e nella provincia di Diyala a nord della capitale. Il piu’ sanguinoso attacco si e’ verificato a Baquba, dove 4 ordigni, inclusi due contro un matrimonio di sciiti, hanno ucciso 9 civili e ne hanno feriti 47. Altre bombe a Balad hanno causato 5 morti e ne hanno ferito 21, incluso il giudice apparente obiettivo dell’attentato.
Nella provincia di Nineve uomini armati hanno aperto il fuoco su un pulmino che straportava soldati da Baghdad alla loro unita a Mosul, uccidendone 5. Sempre a Nineve in un attacco sono rimasti uccisi un soldato e due civili.
La ripresa delle violenze interconfessionali, ridottesi dopo il triennio piu’ sanguinoso 2006-2008, hanno causato dall’inizio dell’anno oltre 3.600 vittime. (AGI) .

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -