Grecia, Schaeuble: no al taglio del debito, ma concedere altri prestiti

Schaeuble

22 ago – La Grecia avrà bisogno di un nuovo piano di aiuti dopo il 2014 per raggiungere il proprio obiettivo di risanamento dei conti ma in nessun caso si arriverà a un nuovo taglio del debito. Lo ha detto oggi a chiare lettere il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schaeuble parlando a un gruppo di sostenitori nel corso di un comizio elettorale ad Amburgo.

Grazie alla crisi dell’Eurozona, la Germania ha risparmiato 40,9 miliardi di euro

“La Grecia avrà bisogno di altro programma di aiuti” ha detto Schaeuble spiegando come questo sia sempre stato detto all’opinione pubblica e al parlamento. L’attuale programma di aiuti concordato con la Ue, la Bce e il Fondo Monetario Internazionale scadrà alla fine del 2014 e da tempo è divenuto chiaro che la comunità internazionale dovrà continuare a garantire assistenza all’esecutivo di Atene che ha incontrato enormi difficoltà nell’affrontare il cammino delle riforme. La posizione ufficiale del governo tedesco è stata tuttavia sino ad ora attendista nell’imminenza delle elezioni in Germania.

“I greci hanno bisogno di arrivare ad almeno il 2020 prima di riuscire a ristabilire la sostenibilità del loro debito – ha detto Schauble – sulla base dei calcoli che abbiamo fatto a suo tempo e che non erano eccessivamente pessimisti. Dovremo aiutarli ancora in modo che non debbano pagare tassi di interesse tanto alti per questa scadenza”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -