Ecuadoriano sottrae la figlia alla convivente e le ustiona viso con sigaretta

poliziaGENOVA, 14 ago – Al culmine di una lunga serie di maltrattamenti fisici e psicologici, ha sottratto la bimba di un anno, nata dalla loro relazione, alla convivente e, dopo averla tenuta tre giorni in un luogo ignoto, l’ha riportata alla donna con bruciature sul volto provocate da una sigaretta. E’ un ecuadoriano di 32 anni, arrestato dalla Squadra Mobile di Genova, per maltrattamenti in famiglia, tentata violenza sessuale, minacce gravi ed aggravate, violenza privata.

L’uomo è stato anche deferito all’autorità giudiziaria per i reati di sottrazione di incapaci ed abbandono di minori aggravato dalle lesioni, commessi ai danni della figlia. A denunciare le violenze è stata una connazionale dell’arrestato, di 40 anni. Alla vista della piccola con le ustioni sul viso, la donna ha vinto la paura e si e’ recata dalla polizia raccontando tutto. La donna e la bambina sono state affidate ad una comunità protetta. Il convivente è detenuto nel carcere di Marassi.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -