Marocco, violenza a immigrati: morto congolese, polizia sotto accusa

Condividi

 

marocco09 AGO – La presunta brutalità della polizia marocchina torna d’attualità per le polemiche scatenate dalla morte di un insegnante congolese, deceduto dopo essere ‘volato’ da un autoveicolo che lo stava trasportando in commissariato.

L’episodio è accaduto a Tangeri e di esso riferisce il sito Afrik Online. La vittima si chiamava Toussaint-Alex Mianzoukouta, spostato con due figli, che insegnava francese in una scuola di Tangeri.

Stando al sito, al docente non è stata data la possibilità di esibire il permesso di soggiorno prima di essere caricato a forza su un furgone da cui è quindi caduto – in circostanze non ancora chiarite – e deceduto per un trauma cranico.

Secondo Afrik Online, si tratterebbe di una ennesima conferma della violenza con cui la polizia marocchina interviene nei confronti degli immigrati che arrivano nel Regno dai Paesi ell’Africa centrale e meridionale. (ANSAmed).

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -