Sentenza Berlusconi: giudice smentisce l’intervista, ma ci sono le registrazioni

esposito

6 ago. – E’ ‘giallo’ sull’intervista rilasciata al quotidiano Il Mattino dal giudice Antonio Esposito, a capo del collegio della Cassazione che ha emesso la sentenza Mediaset.

Il presidente della Corte ha smentito alcuni passaggi dell’intervista ma il direttore del giornale afferma che il testo e’ stato riportato letteralmente e che esiste una registrazione del colloquio.
In particolare, Esposito ha smentito attraverso una nota “nella misura piu’ assoluta e categorica” le espressioni riferite a Silvio Berlusconi: “condannato perche’ sapeva” e “condannato perche’ sapeva non perche’ non poteva non sapere”.
Parlando del motivo per cui si e’ giunti alla condanna, spiega Esposito nell’articolo: “Noi potremmo dire: tu venivi portato a conoscenza di quel che succedeva, non e’ che tu non potevi non sapere perche’ eri il capo. Teoricamente, il capo potrebbe non sapere. No, tu venivi portato a conoscenza di quello che succedeva. Tu non potevi non sapere perche’ tizio, caio o sempronio hanno detto che te lo hanno riferito. E’ un po’ diverso da non poteva non sapere”. Passaggio che il giudice definisce nella nota di rettifica “completamente inventato”.

“Posso assicurare voi e i miei lettori che l’intervista e’ letterale, cioe’ sono stati riportati integralmente il testo, le parole e le frasi pronunciate dal presidente di cui ovviamente abbiamo prova”, ha dichiarato Alessandro Barbano direttore del ‘Mattino’. “Non posso commentare la smentita – ha detto Barbano intervenendo al programma di Rai Radio 1 ‘Start, la notizia non puo’ attendere’ – “ma posso commentare, di fronte a qualunque sede, che il presidente Esposito ha pronunciato esattamente le parole con la sintassi e la conseguenza logica con cui noi le abbiamo pubblicate”. Barbano ha sottolineato di avere la registrazione dell’intervista e ha proseguito: “Bisognera’ capire perche’ questa smentita”.

E ancora: “Posso immaginare che il presidente della Cassazione abbia valutato a posteriori che, in qualche modo, spiegare le motivazioni della condanna prima di averla emessa possa avere per lui un ritorno non positivo. Pero’ non e’ una colpa da attribuire ai giornalisti ma alla responsabilita’ e alla maturita’ di chi parla”. (AGI) .

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Sentenza Berlusconi: giudice smentisce l’intervista, ma ci sono le registrazioni”

  1. DUNQUE: Qui si (c-o-n-d-a-n-n-a) sulla——> (parola)..di (tizio)..?

    Se tizio diceva che era uno spacciatore, un terrorista, un trafficante di armi? Qualcuno ricorda Tortora?

    Tutto diventa piu’ chiaro leggendo in rete: LORENZETTO RIBADISCE: “IL GIUDICE ESPOSITO SPROLOQUIAVA CONTRO B., CI SONO TESTIMONI”

    FACCIAMOCI 4 RISATE :
    De Benedetti, Evade e paga solo una multa.
    Mentre il Cav viene pure interdetto
    Sanzione di 225 milioni per il Gruppo Espresso e per l’ingegnere solo un procedimento tributario

    Ogni popolo ha il (governo) e la (giustizia ) che si merita.

    A mio modesto avviso, importante (per chi ancora puo’) e’ riuscire a delocalizzare i capitali e le competenze in paesi civili dove non bastano le (p-a-r-o-l-e) di (t-i-z-i-o) o di sempronio per essere condannato da un giudice che da quanto dichiara LORENZETTO , “SPROLOQUIAVA” ben prima della sentenza.

    Per chi resta c’e’ lo sviluppo sostenibile

    La decrescita felice

    La lotta ai cambiamenti climatici

    Le dissertazioni su Ruby rubacuori..( fra i 4 argomenti il piu’ “corposo”)

    AUGURI!! 😉

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -