Mauritania: no al partito anti-schiavitù

Condividi

 

maurit06 AGO – Il Ministero dell’Interno mauritano ha negato il riconoscimento del Partito radicale per una azione globale, dichiaratamente contro la schiavitù, fenomeno largamente tollerato nel Paese.

Il Rag viene considerato una emanazione dell’Iniziativa per la rinascita del movimento anti-schiavista, da anni impegnato in un braccio di ferro con il governo di Nouakchott.

Singolare la motivazione data al rifiuto al riconoscimento, dal momento che si fa riferimento ad una ordinanza del 1994 che nega l’autorizzazione a partiti o gruppi politici che si identifichino in una razza, in una entia, a sesso o appartenenza religiosa. (ANSAmed).

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -