Ilva Taranto: ecco i lavori di ambientalizzazione in corso

ilvaTaranto, 4 ago. – Lo stop da domani dell’acciaieria 1 permetterá di mettere in cantiere un altro pezzo dei lavori di risanamento ambientale previsti per l’Ilva di Taranto dall’Autorizzazione integrata ambientale (Aia). Per quest’ultima, che per l’azienda avra’ un costo di 1,8 miliardi in tre anni (ma il ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando, ritiene che serva una spesa superiore), il quadro aggiornato al 26 luglio scorso che la stessa Ilva ha consegnato ai sindacati Fim, Fiom e Uilm, prevede che a meta’ agosto, dopo la conclusione delle due fasi preliminari, abbia inizio il campionamento in continuo della diossina dal camino E312.

A fine settembre, invece, e’ prevista la fine dei lavori per l’installazione delle telecamere di videosorveglianza su parchi minerali primari, cokeria, agglomerato, altoforno, acciaieria e area gestione rottami ferrosi, mentre per le sei centraline di controllo della qualita’ dell’aria (cinque lungo il perimetro dello stabilimento, una all’interno) sono gia’ state tutte montate e sono in consegna all’Arpa.

Per gli altiforni, sull’1, fermato l’8 dicembre, sono in corso le valutazioni preliminari per l’assegnazione degli ordini relativi a nuova depolverazione stock-house e campo di colata e condensazione vapori loppa. L’impianto dovrebbe ripartire prima dell’estate 2014. Per l’altoforno 2, fermato nelle scorse settimane e dove si realizzera’ la nuova depolverazione della stock-house (un sito dove vengono depositati i materiali di carica), i lavori saranno completati a gennaio 2014; per il 3, dismesso da anni, e’ stato presentato il piano di salvaguardia ambientale per cessata attivita’ e la demolizione avverrá entro marzo 2015; per il 4, l’impianto di condensazione dei vapori della loppa e’ stato ultimato a gennaio scorso in quanto la sua costruzione era gia’ cominciata prima dell’Aia, che e’ di ottobre; per il 5, infine, confermato lo stop per lavori a luglio 2014 e riavvio a febbraio 2015.

Acciaieria 1: l’Ilva ha annunciato che in questo mese parte il montaggio della struttura di alloggiamento del nuovo filtro a tessuto della capacita’ di 3,2 milioni di metri cubi-ora.
Lavori completati ad aprile prossimo. Si tratta dell’impianto di aspirazione dei fumi. Mentre la chiusura del tetto di tutta l’acciaieria 1 e’ gia’ in corso da ottobre e per il terzo convertitore e’ al termine. Per i sistemi di aspirazione-desolforazione delle acciaierie 1 e 2, nella 1 la Des-Sud e’ gia’ a posto, mentre e’ in corso lo studio nella Des-Nord. Nell’acciaieria 2, invece, lavori iniziati nella Des-Sud, progettazione completata per la Des-Nord. Copertura dei nastri trasportatori: l’Ilva ha chiesto di differire la fine dei lavori con completamento al 90 per cento entro il 2014 (l’Aia invece prevedeva gennaio scorso). A luglio, comunque, lavori completati per 70 nastri su 375 (20 per cento del totale); altri 26 (7 per cento) sono in via di completamento; 40 (10 per cento) sono fermi e ripartiranno dopo la copertura. Infine i parchi minerali primari dove sono stoccate le materie prime (il cui livello, nell’ultimo anno, e’ stato ridotto): presentati al ministero quattro progetti di copertura. L’azienda terminera’ entro qualche mese le valutazioni tecniche. (AGI)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -