UE, business della protezione: 26 milioni di euro per 218 linci

lince31 lug – La lince pardina, specie originaria della penisola iberica, e’ stata ripescata dall’orlo dell’estinzione in cui versava dieci anni fa grazie a un programma di allevamento in cattivita’ e di rilascio degli esemplari cofinanziato dal governo dell’Andalusia e dall’Unione europea.

Dai 94 esemplari che erano rimasti in natura, oggi sono 312 (218 IN PIU’): “Non possiamo cantare vittoria, ma almeno ora c’e’ una speranza” (CERTO CHE NON POSSONO CANTARE VITTORIA, ALTRIMENTI NON POTREBBERO CHIEDERE QUALCHE MILIONE DI EURO ANCORA, NDR) ha affermato Miguel Angel Simon, direttore del progetto conservazionista. Bruxelles contribuisce per il 40% dei 26 milioni di euro investiti sia per il recupero dei singoli esemplari di lince, sia per un esteso programma di informazione, protezione ed ecoturismo (che ha creato 31 posti di lavoro) nelle regioni di Estremadura, Castiglia-La Mancia e Murcia, fino al confinante Portogallo, coinvolgendo anche cacciatori, contadini e allevatori.

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Ambiente/Lince-spagnola-meno-sull-orlo-estinzione/16-07-2013/1-A_007674552.shtml



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -