Kyenge: “Maroni non e’ intervenuto a difendermi, non vado a festa della Lega”

kyenge_cecile

1 ago. – Il ministro per l’Integrazione e le Politiche Giovanili, Cecile Kyenge, non andra’ alla festa della Lega Nord dell’Emilia Romagna la sera del 3 agosto. “Nei giorni scorsi – si legge nella nota – la Ministra aveva chiesto al Segretario Nazionale della Lega Nord Roberto Maroni un suo intervento, chiaro e pubblico per stigmatizzare i molti, troppi attacchi rivolti contro di lei da esponenti di quel partito; non essendo pervenuto il suddetto intervento, la stessa ha deciso di declinare l’invito.

Da parte sua, la Ministra conferma che rimane aperta la sua disponibilita’ al dialogo ed al confronto, ammesso pero’ che si creino le adeguate condizioni”.

Fabio Rainieri, segretario nazionale della Lega Nord Emilia, ha criticato il clamore suscitato dal ‘caso Kyenge’.”Adesso basta. Smettiamola di dare visibilita’ e di aprire la strada a un ministro che ha basato tutta la sua visibilita’ e la sua azione nello scontro con la Lega Nord”, ha dichiarato.
“Personalmente non sono dell’idea di invitare alle feste della Lega chi continua ad attaccarci. Non dimentichiamo che proprio il ministro, per prima, si e’ rifiutata di stringere la mano a un consigliere comunale del Carroccio”, ha spiegato. “Oggi ci accusa dimenticando pero’ che proprio noi abbiamo fatto per lei e per sua sorella. Esatto: proprio per sua sorella che solo grazie alla Lega Emilia ha trovato una casa dove vivere. E nonostante questo la Kyenge ancora ci chiama razzisti”, ha insistito.

“Ora basta ministro. Se vuole lavorare lo faccia e noi prenderemo atto del le sue scelte che continueremo a contrastare nel merito quando non le condivideremo. Se invece vuole continuare a fare la vittima, almeno smetta di farlo con uno stipendio da ministro pagato da tutti noi“, ha concluso.

Condividi l'articolo

 



   

3 Commenti per “Kyenge: “Maroni non e’ intervenuto a difendermi, non vado a festa della Lega””

  1. la signora continua a seminare vento , per cui non raccoglierà altro che tempesta, e non dia la colpa alla lega , poiche lei non fa altro che provocare i cittadini italiani con le sue affermazioni come se gli italiani fossero tutti razzisti e comunque benestanti , e percio non degni di nessun aiuto; lei è sempre pronta a diffendere gli extracomunitari anche se questi hanno commesso gravissimi reati ,sino ad istigarli a disubbidire alle leggi del nostro paese, il che e ravvisabile e comunque punibile dalle nostre leggi, va comunque ricordato che lei è la prima a non avere rispetto dei suoi colleghi anche se di fazione opposta e per quanto riguarda l’ipotetico razzismo della lega come dice l’articolo sua sorella a chiesto aiuto alla lega per la giusta assegnazione di una casa e l’ha ottenuta da loro e non dagli altri super partiti del nò al razzismo per cui basta con queste stronzate del razzismo leghista ,cosa disse a Naomi campbell la moglie di un certo signore istituzionale “sporca negra” e nessuno disse nulla , chi disse a Condolezza Rice in un articolo sull’unità ” CON QUELLE GUANCETTE DA IMPUNITA, È LA “LIDER MAXIMA” DELLE DONNE-SCIMMIA” chi ha detto ste cosine quà è completamente di sinistra , percaso a loro è concesso tutto e non gli si può dire nulla ?

  2. Anche se non sono della lega questa volta gli do totalmente ragione. Quella li usa la parola razzismo come cavallo di battaglia per la sua demenziale idea di politica e non si rende neanche conto che se è diventata quello che è diventata è grazie allo stato che tanto accusa di essere razzista, lo stesso ridicolo stato “razzista” che ha permesso a una clandestina di laurearsi e prendere una posizione di comando invece che rispedirla diretta nel suo “civile” e “bel” paese.

  3. Bene, se no rimanevo a casa io

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -