Atei chiedono che un cappellano militare sia punito per aver menzionato Dio

cappellanimilitariUn cappellano militare cristiano  viene ufficialmente censurato nella libertà di parola e gli attivisti anti-cristiani pretendono anche che sia punito.

Il tenente colonnello Kenneth Reyes è un cappellano cristiano attualmente in servizio nella US Air Force. Egli è di stanza presso la Joint Base Elmendorf-Richardson in Alaska. Come un sacerdote ordinato, i cui compiti sono quelli di fornire istruzione religiosa e di consulenza spirituale, ha una pagina sul sito web della base denominata “Angolo del Cappellano”.

Reyes ha recentemente scritto un saggio dal titolo “No Atheists in Foxholes: Chaplains Gave All in World War II.” (Atei in trincea:. Cappellani hanno dato tutto nella seconda guerra mondiale” Questa frase  è attribuita ad un sacerdote cattolico della seconda guerra mondiale, diventato famoso quando il presidente Dwight D. Eisenhower ha detto durante un discorso del  1954: “Sono lieto che i nostri veterani stanno sponsorizzando un movimento per aumentare la nostra consapevolezza di Dio nella nostra vita quotidiana. In battaglia, hanno imparato una grande verità che non ci sono atei nelle trincee. ”

Come riportato da Fox News Todd Starnes, quando Reyes riportato questa famosa linea nel suo saggio, il Military Religious Freedom Foundation (MRFF) ha contattato il comandante della base, colonnello Brian Duffy, chiedendo egli agire su di Reyes per  “diatriba anti-secolare”.
La lettera del MRFF dice che c’è da parte di Reyes  un “uso di bigotta espressione della supremazia religiosa, [?!?]  e che ‘Atei in trincea’, ha contaminato la dignità dei membri di servizio.” Lo accusano di violare i regolamenti militari.

La mia ricerca giuridica su questo tema ha evidenziato che nessun regolamento vieta il discorso di Reyes ‘, che si presenta come espressione protetta dalla libertà di parola e la libertà religiosa, secondo le  disposizioni del Primo Emendamento. I capi militari non hanno risposto alle richieste di informazioni della Fox che chiedevanoall’Air Force di identificare tali norme.

Tuttavia, solo cinque ore dopo la denuncia di MRFF, il saggio è stato rimosso dal sito. Duffy ha abbondantemente chiesto scusa a MRFF per non aver fermato questo sacerdote dal condividere pensieri religiosi.
Ma questa risposta, che appare di nuovo ad essere una violazione del Primo Emendamento , non è sufficiente per quelli di MRFF, i quali esigono che “il cappellano tenente colonnello Kenneth Reyes debba essere adeguatamente punito. ”

wdtprs.com



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -